Perchè Linux



Le risposte più immediate sono: perchè è gratuito, perchè è sicuro...


Linux è un Sistema Operativo libero.

E intendiamoci subito sulla parola libero.
Libero non significa necessariamente gratuito. Libero significa che il codice sorgente del Sistema Operativo è accessibile a chiunque ed è pertanto liberamente modificabile per adattarlo alle proprie esigenze.
Questa caratteristica viene spesso sottovalutata da molti. Il ragionamento comune è: dal momento che io non so scrivere programmi, cosa può interessarmi se il codice sorgente è accessibile e modificabile. Non sono comunque in grado nè¡ di comprenderlo, nè tantomeno di modificarlo.
E' proprio il fatto che il codice sia accessibile, invece, il motivo che rende Linux sicuro anche per l'utente normale. A prescindere dalla tua preparazione, infatti, nel mondo esistono decine e decine di migliaia di persone in grado di studiare, ed eventualmente migliorare, tale codice. E lo fanno.
I risultati sono molteplici: eventuali errori vengono scoperti e corretti velocemente; nel codice non possono essere nascosti spyware e simili dal momento che qualcuno se ne accorgerebbe immediatamente e darebbe l'allarme, non possono essere inseriti meccanismi, come il cosiddetto Palladium o Trust Computing o DRM, tali da limitare la libertà  dell'utilizzatore finale del computer. In altre parole, hai la garanzia assoluta che l'unico, vero padrone del tuo PC sei tu.
Se poi pensiamo alle Istituzioni ci si rende immediatamente conto come non sia accettabile che siano legate a software proprietario, di cui non conoscono il contenuto, e che, per la maggior parte dei casi, fa capo ad una società  straniera.
Approfondimento

Un secondo motivo, ovviamente, è quello economico.
Linux è¡ gratuito, Windows no. E qui vorrei fare due considerazioni.
Dicendo che Linux è gratuito intendo dire che si può avere un sistema completo, con migliaia di programmi che coprono tutti i campi e permettono il lavoro qualsiasi sia l'attività  svolta, senza dover sborsare una lira.
Con Windows, invece, non solo si paga per avere il sistema operativo, ma occorre poi mettere nuovamente mano al portafoglio per acquistare quei programmi che servono sia all'uso quotidiano, sia al proprio lavoro.
E le rispettive licenze valgono per una persona.
Il fatto che la maggior parte degli utenti non abbia pagato nulla avendo semplicemente copiato da qualche amico il software o avendone ottenuto in qualche modo una copia pirata, non sposta di una virgola quanto detto. Indica semplicemente che costoro non sono altro che ladri.
Nè più nè meno che ladri, paragonabili ad un qualsiasi scippatore di strada.
Vuoi esserlo anche tu ?

Da PC Magazine, ottobre 2005
"Ma a cosa deve essere preparato un utente normale, senza particolare esperienza, che decida di approcciarsi oggi al mondo Linux?
Per esempio una distribuzione recente e commerciale come Suse-9.3 Professional costa 93 euro(*) ma mette subito a proprio agio.
L'installazione su una macchina nuova può avvenire in modo completamente automatico e, a patto di non addentrarsi troppo tra le opzioni disponibili, il sistema si autoconfigura senza difficoltà  ed è capace di riconoscere l'hardware a disposizione e installare tutto il necessario, sfruttando anche la potenza dei nuovi processori a 64 bit e di praticamente tutte le componenti di un moderno Pc o di un notebook.
Alla fine ci si ritrova in un'interfaccia (Kde) che ha molto in comune con quella di Windows e persino qualcosa in più. Ma la vera sorpresa, per chi è abituato ad acquistare a caro prezzo ogni applicazione, è che una volta installato, Linux ha già  tutto. Dalla barra di avvio si può subito accedere a decine e decine di programmi che offrono, per ogni necessità , più di una scelta.
Tutto questo senza compilare moduli di registrazione, veder partire inquietanti conteggi alla rovescia o dover studiare criptici contratti di licenza in inglese....
In realtà quello che di Linux fa più¹ paura a un utente inesperto è proprio la continua possibilità  di scegliere tra le interfacce, i file system, i pannelli di controllo. Con il pinguino c'è sempre qualche decisione da prendere. Non si può mai spegnere del tutto il cervello e lasciarsi guidare da qualcun altro. Ma poi, quel qualcun'altro, dove ci vorrà  mai portare?"

(*) Suse-9.3 è acquistabile (cosa che consiglio per via della documentazione: 4 volumi che valgono tanto oro quanto pesano), ma è anche scaricabile gratuitamente da Internet o reperibile in molte riviste.



Indice Differenze sostanziali con Windows

Valid HTML 4.01 Transitional