Confronto installazione Windows XP e KUbuntu 6.10
 

di Archivista GmbH, Urs Pfister

Indice
    1. Introduzione
    2. Preparativi
    3. Perchè WindowsXP e Kubuntu?
    4. Windows XP Prof. OEM (inkl. SP2)
        4.1 Versione OEM solo su disco formattato
        4.2. Sistemazione (disco fisso e altro)
        4.3. L'immissione del codice richiede pazienza
        4.4. 40 minuti di pubblicità durante l'installazione
        4.5. Update automatico  di default
        4.6. Menu tedesco nella versione OEM
        4.7. Installazione drivers col chip Intel
        4.8. Stampante automatica, Scanner cob disco
        4.9. Riproduzione di DVD
        4.10. Firefox e OpenOffice
        4.11. Update attraverso lo spegnimento
    5. Linux KUbuntu 6.10
        5.1. Installazione con LiveCD
        5.2. All'inizio non succede niente...
        5.3. Dialoghi efficenti durante l'installazione
        5.4. Pronto dopo 30 minuti buoni
        5.5. Installazione manuale della stampante
        5.6. Scanner riconosciuto automaticamente
        5.7. Riproduzione DVD con Open Source
    6. Conclusionit
        6.1. Fondamentalmente facile, ma...
        6.2. Linux: grandi miglioramenti
        6.3. Windows: XP resta XP
    7. Considerazioni finali
    8. Copyright

1. Introduzione

Nessun'altra distribuzione Linux ha, negli ultimi due anni, avuto così successo come Ubuntu. Che vantaggi offre installare Ubuntu, che livello ha raggiunto il desktop con Linux? Pregi e difetti nel confronto con Windows e con altre distribuzioni Linux.

Questo era il titolo della manifestazione all'OpenMonday del 4. Dicembre 2006. Purtroppo la pretesa si rivelò troppo alta. In poche parole un paragone leale e completo avrebbe richiesto troppo tempo. Perciò ho deciso di mettere sotto la lente di ingrandimento solo il processo di installazione dei due sistemi.

Innanzitutto perchè questo è facilmente confrontabile (prendere nota dei passi necessari e cronometrare il tempo necessario), inoltre anche però, perchè mi sento dire in continuazione: ...se Linux diventasse finalmente semplice da installare, lo installerei sicuramente sul mio pc, oppure. ...io non sono semplicemente riuscito ad installare Linux sul mio pc.

Per questa ragione nei paragrafi che seguono porrò l'attenzione unicamente sull'installazione; nella piena consapevolezza che questo non è sufficente per un completo confronto. La parte mancante, ovvero come mi trovo a lavorare con Windows  oppure con Linux la riservo volentieri per una futura conferenza al  prossimo OpenMondays.

E ancora una cosa: mi scuso per la cattiva qualità delle foto. Purtroppo la luce non era ottimale. Ma anche qui vale la regola: una migliore qualità avrebbe richiesto un tempo maggiore, cosa che come ho già detto non era realisticamente fattibile.

2. Preparativi

Sono stati scelti due computers dello stesso tipo (256 MByte RAM, 40 GB Harddisk, 2 GHz Intel-Prozessor, USB-DVD-esterno). Sono stati utilizzati apparecchi Sumicom S620H, vedi il sito del produttore. Allacciati ci sono una stampante (HP 920c),una fotocamera digitale (Sony DSC P150) e uno Scanner (Canon LiDE 60). Sono stati utilizzati (ad eccezione della stampante) ausschliesslich dispositivi con attacco USB.

L'obiettivo era di effettuare l'installazione su di un computer simile a quelli attualmente usati negli uffici.con l'aggiunta di una suite di video scrittura e la possibilità di riproduzione ulti mediale. (tramite DVD). Presenta anche una presa ADSL. Il computer deve essere utilizzabile sia in inglese che in tedesco.

3. Perchè WindowsXP e Kubuntu-6.10?

La scelta della versione di Windows è caduta su WindowsXP Professional. In teoria si sarebbe potuto scegliere anche Vista RC1, ma in tal caso l'hardware sarebbe stato messo troppo a dura prova. Windows XP Home non è nemmeno stato considerato dal momento che non è multilingua. Per Linux la scelta è caduta su Kubuntu perchè KDE è molto usato in Europa. XUbuntu non è stato scelto perchè la traduzione tedesca, oggi, non è ancora soddisfacente. XUbuntu potrebbe però essere una buona scelta, quando l'installazione avviene su di un computere vecchio poichè KDE richiede più risorse che non XFace bei XUbuntu.

Per essere sicuro di non sottostare ai tipici errori del principiante, ho installato i sistemi operativi due volte. Riguardo WindowsXP. il risultato del primo tentativo è stato davvero poco brillante: il CD, vecchio di circa 2 anni veniva letto con estrema lentezza dal momento che il setup di windows non riconosceva l'USB-2.0. Sono quindi andato nel negozio più vicino dove però mi è stata offerta la versione accademica e home di WindowsXP. Solo a richiesta  mi è stata data finalmente la versione OEM di WindowsXP per 248 franchi svizzeri (154 euro).  Per il primo tentativo con Ubuntu ho utilizzato Xubuntu, per constatare come la traduzione tedesca lasciasse a desiserare e l'interfaccia non si presentava in modo professionale.

4. Windows XP Prof. OEM (incl. SP2)

4.1. Versione OEM solo su disco formattato

La sera alle 9 ho iniziato l'installazione. Tra i 5 CD necessari, ho impiegato circa due minuti per capire  che dovevo necessariamente iniziare col  CD in inglese. Il tedesco può essere aggiunto solo ad avvenuta installazione. Altri 15 minuti sono passati, prima che riuscissi a capire che l'installazione OEM su un disco già formattato windows.  Allora ho inserito il CD di Kubuntu e ho formattato con fcdsk (programma di formattazione). Su un disco vuoto il problema non si presenta, ma invece esiste se si deve fare una seconda installazione, ad esempio se la proma non è andata a buon fine.

4.2. Sistemazione (disco fisso e altro)

Ora che il disco fisso è sistemato, si può procedere. Dopo circa 25 minuti inzia la formattazione del disco

Questa dura circa 20 minuti. Sarebbe stato certamente più veloce se avessi scelto Quick Format. Tale scelta però non era contrassegnata e mi sono attenuto alla scelta standard..

Dopodich+, nel giro di circa un minuto, è seguita l'installazione base.

Alla fine avviene un boot e mi ritrovo con una schermata grafica. Seguono domande sulla tastiera e sulla lingua.

4.3. L'immissione del codice richiede pazienza

Dopo circa un'ora e 5 minuti mi appare, in modalità grafica, una finestra che mi chiede di introdurre il codice.

Dal momento che quest'ultimo è scritto a caratteri microscopici sulla scatola, ci metto un paio di minuti  per decifrare e trascrivere tutte le cifre e lettere dello stesso.

4.4. 40 minuti di pubblicità durante l'installazione

A questo punto WindowsXP si installa praticamente da solo, impiegando circa 40 minuti per trascrivere tutti i dati sul disco fisso.

Nel frattempo vengono date alcune informazioni su WindowsXP, che sembrano comunque piuttosto antiquate (cosa che non deve stupire se si pensa che XP è sul mercato già da alcuni anni).

4.5. Update automatico di Default

Dopo circa un'ora e 20 minuti l'installazione è finita e io vengo richiesto di effettuare l'update in modo poco chiaro e senza una richiesta di conferma.

Un nuovo re-boot è necessario per poter lavorare in modalità SVGA (800x600)Ein erneutes Booten ist notwendig, um anschliessend in SVGA (800x600). Sono comunque arrivato a saperlo solo dopo aver installato il sesto CD (addizionale) e aver finalmente installato la lingua tedesca.

4.6. Menu tedesco nella versione OEM

Dopo aver installato la lingua tedesca ho in effetti una bella schermata di benvenuto in tedesco, ma nessun menu in tedesco. Questi ultimi devono essere attivati uno per uno.

Per essere completamente sicuro di aver attivato la lingua tedesca, faccio un re-boot e, infatti, adesso l'intero sistema usa la lingua scelta.

4.7. Installazione drivers col chip Intel

A questo punto mancano ancora la rete, la scheda grafica e la scheda audio. Per installarle uso i CD allegati.

Il sistema equipaggiato col chip Intel richiede 4 doversi setup per un totale di circa 15 minuti.

Finalmente posso allacciarmi in rete e godermi i noti suoni di Windows. Anche con questo programma mi viene chiesto un reboot; questa volta però mi sono rifiutato (e non ho ubbedito sino ad oggi).

Poichè non trovo molto piacevole il look di XP, sono tornato alla vista classica.

4.8. Stampante automatica, Scanner con diso

La stampante HP è stata riconosciuta automativamente così posso immediatamente stampare la pagina di prova.

Con lo scanner invece, senza il CD di installazione del produttore, non c'è niente da fare. Anche questa installazione dura circa 10 minuti.

Rinuncio ad un nuovo re-boot, anche se mi viene richiesto esplicitamente (se ha funzionato prima, perchè non deve funzionare anche ora? e così infatti è stato). La fotocamera digitale Sony è stata riconosciuta senza problem.

4.9. Riproduzione DVD

Ora provo a riprodurre un DVD. Sia un DVD cifrato che uno non cifrato (Nashville di Robert Altmann originale su DVD). Entrambi si rifiutano di funzionare. Per mia fortuna vicino al lettore DVD, che avevo comprato, c'è un CD col programma PowerDVD-vers.5. Allora installo questo programma (con richiesta ovviamente del codice da immettere) e dopo due ore e 15 minuti posso dire di aver terminato l'installazione raggiungendo gli obiettivi che mi ero prefisso. 

4.10. Firefox e OpenOffice

Oppure no? Mi è sembrato che fosse sensato ed utile aggiungere all'installazione base anche FireFox e OpenOffice. Questa installazione è andata veloce. Dopo circa due ore e 30 minuti sono pronto anche a scrivere. I critici mi diranno che avrei dovuto installare MSOffice, ma sono sicuro che la sua installazione non sarebbe stata più veloce...

4.11. Update attraverso lo spegnimento

Halt! C'è ancora lo spegnimento. Questo richiede circa 3 minuti perche prima di spegnersi deve fare ancora degli updates.

5. Linux KUbuntu 6.10

Dal momento che non c'era più tempo per installare Kubuntu, rimando l'operazione all'indomani mattina alle 9..L'installazione viene eseguita da un CD masterizzato da me. Non ho calcolato il tempo necessario per la masterizzazione dal momento che per parità avrei dovuto calcolare anche il tempo impiegat per  andare al negozio ove ho comprato WindowsXP.

5.1. Installazione con il LiveCD

Facendo il boot dal CD in circa un minuto arrivo ad una schermata in modalità grafica. Di tanto  in tanto noto un piccolo tremolio dello schermo.

Dopo circa 3 minuti ho una schermata grafica e lla scheda sonora mi dà il benvenuto.

5.2. All'inizio non succede niente...

Sul desktop ci sono due icone. Una di queste si chiama Install. Perciò clicco su di essa. All'inizio vedo una piccola icona che segue il mouse, poi per circa 30 secondi, più niente.

Questo può generare confusione, visto che non appare nessun avviso (chi  è impaziente potrebbe cliccare più volte sull'icona e iniziare più processi di installazione).

5.3. Dialoghi di installazione efficenti

Dopo circa un minuto appare una finestra di benvenuto con la richiesta della lingua preferita.

Una volta iniziato, il programma di installazione va avanti velocemente. Dopo circa 3 minuti ho inserito tutte preferenze e l'installazione vera e propria comincia.

Già dopo 15 minuti Kubuntu mi avverte che ho fatto il 50% dell'installazione.

E va avanti velocemente. Dopo circa 25 minuti l'installazione è arrivata alla finet. Dopo la scelta della lingua, all'inizio, l'installazione è proceduta tutta nella lingua preselta. Bisogna comunque ricordarsi di installare dopo anche tutti i pacchetti con le traduzioni dei vari programmi.

Senza una connessione (veloce) Internet, l'installazione diventa difficile. Se non c'è connessione, allora al posto del CD occorre usare il DVD visto che il CD non puà contenere i pacchetti per la lingua tedesca.

5.4. Pronto dopo 30 minuti buoni

Alla fine dell'installazione posso cliccare su un'icona per fare il re-boot..

Sia la scheda grafica che quella sonora, come pure il collegamento ad Internet, funzionano senza problemi. OpenOffice è installato completamente e quindi dopo circa 32 minuti posso tranquillamente iniziare a lavorare.

5.5. Installazione manuale della stampante

Meno semplice risulta l'installazione della stampante. La stampante HP non è stata infatti riconosciuta in modo automatico.

Cio+ il programma di installazione mi guida passo passo al traguardo sino a che mi dice che è necessario stampare una pagina di prova. La pagina di prova non viene però stampata. Al suo posto mi appare una finestra che mi dice che il test ha avuto successo. La pagina di prova la posso però stampare dal programma di configurazione del sistem (questo mi torna in qualche modo in mente). Resto però confuso dal momento che la prima pagina mi mostra solo linee e macchie senza senso. 

Non può certamente essere la pagina di prova, penso. Ma prima che possa fare qualsiasi cosa, mi stampa una seconda pagina, questa volta chiaramente quella di prova.

Perchè sia accaduto questo non lo so, forse ho acceso la stampante al momento sbagliato. Comunque in tutto ho impiegato 10 minuti per avere la stampante funzionante.

5.6. Scanner riconosciuto in modo automatico

Lo scanner e la macchina digitale funzionano sin dall'inizio e non hanno richiesto l'installazione manuale di alcun driver. Per quel che riguarda la fotocamera digitale, comunque, non sono riuscito di farla comunicare con Digicam.

5.7. Riproduzione DVD con Open Source

Il DVD col film girato da me funziona immediatamente. Basta metterlo nel lettore e si apre il lettore (Kaffeine). Appaiono anche alcuni avvisi che dicono che non tutti i filmati potranno essere riprodotti.

I filmati in questione sono quelli cifrati. Nessun suone, nè tantomeno immagine. L'avviso di Kaffeine si chiude, mentre io (grazie motore di ricerca) con le parole chiave kubuntu e kaffeine trovo supporto in forum di ubuntu dove mi si dice che Kubuntu è un software libero e che la riproduzione di DVD cifrati non è possibile. Questo è il link al sito:  help.ubuntu.com.

Posso però inserire in aptitude (si trova nel menu di sistema) una nuova fonte di software per installare pacchetti commerciali che non sono presenti nelle fonti normali di Canonical. Quest'ultima è la società che offre (K)Ubuntu e che oltre al supporto gratuito offre anche supporto a pagamento. Per installare la nuova fonte di pacchetti, devo lanciare il programma Adept, aprire il menu Manage Repositories e quindi cliccare su  Add e finalmente scrivere la riga seguente:

deb http://archive.canonical.com/ubuntu dapper-commercial main

Dopodichè clicco Apply e quindi Close. Fatto questo devo rileggere il contenuto di tutte le fonti. Ciò si ottiene con la voce di menu Fetch Updates, che si trova nel menu di  Adept.

I nuovi pacchetti vengono letti ed ora si può installare quello che serve.

Per prima cosa serve libdvdread3. Apro quindi un terminale (Alt+F2, quindi scrivere xterm, per aprire un terminale) e scriverci dentro il seguente comando:

sudo /usr/share/doc/libdvdread3/install-css.sh

Verrà chiesta la password dell'utente, cosa che non dovrebbe essere molto difficile da fare, e alla fine viene installato libdvdcss2.

Fatto. Può essere che io non abbia scelto il metodo più veloce, ma per chi non è molto pratico della lingua inglese, la procedura non è molto semplice (Aptitude è in inglese) e, anche chi sa bene l'inglese, se non segue le istruzioni alla lettera dovrà rinunciare a riprodurre DVD cifrati..

Concludendo il bilancio per Kubuntu potrebbe essere migliore se pensiamo che solo per i DVD cifrati ho speso circa 20 minuti prima di poterli finalmente riprodurre.

Ma comunque dopo 60 minuti il lavoro è terminato.

6. Conclusioni

6.1. Fondamentalmente facile, ma...

L'installazione di entrambi i sistemi è risultata straordinariamente semplice. Con due eccesioni: chi vuol usare una versione OEM di WindowsXP fallisce certamente nel momento in cui deve formattare il disco,  chi installa Kubuntu e vuol riprodurre DVD cifrati, deve usare, anche se per poco, la riga di comando.

Con Windows l'inghippo avviene all'inizio (a meno che io non usi versioni OEM, ma in questo caso il costo raddoppia), con Kubuntu alla fine. Con l'esperienza una installazione di Windows si può forse ridurre di 30 .. 40 minuti, una di Kubuntu forse di 15 minuti. In tutti i casi comunque resta evidente che Kubuntu si installa con velocità almeno doppia di Windows e che richiede un uso della tastiera nettamente inferiore.

6.2. Linux: Grandi miglioramenti

Tra una installazione di Linux di due o tre anni fa ed una di oggi ci passano ere. Mi ricordo che al tempo di Debian Woody solo per riprodurre DVD  mi era stato necessario quasi un giorno intiero.

6.3. Windows: XP resta XP

L'installazione di XP ha nel corso degli ultimi anni subito incredibilmente pochissimi cambiamenti. Senza un'intera torre di CD non si fa assolutamente nulla. Resta solo da sperare che, almeno Vista, possa riconoscere sin dall'inizio la scheda grafica, la scheda sonora e la rete..

7. Considerazioni finali

IPer quel che riguarda l'installazione Linux offre grandi concetti innovativi. Qual'è quindi il motivo per cui ancora oggi Kubuntu viene raramente installato? Quasi esclusivamente perchè viene ovunque offerto pre-installato . Se ciò è una tecnica di mercato corretta non è qui il posto dove discuterlo.

Alla fine vorrei anche chiarire che l'installazione di Kubuntu 6.10 non mi è affatto sembrata difficile, sicuramente non più difficile dell'installazione di WindowsXP. Per la difficoltà di Kubunto con la riproduzione di DVD esistono istruzioni dettagliate.

E ancora un'ultima osservazione: come consiglio Nr. 1 per l'installazione, di qualsiasi sistema (è indifferente se sia Windows o Linux) suggerisco di non usarei pià nuovi accessori hardware, o quanto meno di informarsi bene prima se siano o no supportati dal sistema che si intende installare. Ha sempre dato buoni risultati nel passato. In questo senso buon divertimento sia che installiate WindowsXP sia che installiate Kubuntu.

NOTA PERSONALE:

L'autore per installare libdvdcss2 usa il terminale. In realtà l'installazione può avvenire tutta tramite interfaccia grafica, più precisamente tramite adept. Con questo programma è infatti possibile sia aggiungere le nuove fonti di installazione, sia installare poi i nuovi programmi.

articolo originale (in tedesco)

8. Copyright

[Archivista-Logo]

Copyright (c) 2006 by Archivista GmbH, Urs Pfister. Questo documento è sottoposto  alla licenza Open Publication v1.0 (8. giugno 1999) e seguenti (vedi opencontent.org per l'ultima versione).

La riproduzione, sotto queste condizioni, è non solo permessa, ma apprezzata.



Copyright (C) Urs Pfister, Archivista GmbH
Erschienen auf Pro-Linux, letzte �derung 2006-12-17